Ettore, il gatto dei pescatori

Abbandonato nel 1997 in una scatola di cartone sugli scogli del molo di Viareggio. Non aveva una casa, ne aveva almeno cento!
Non aveva un “padrone”, ma aveva mille amici che si prendevano cura di lui; i pescatori di Viareggio erano la sua famiglia, lui li aspettava in questo punto del molo, aspettava la sua “cena” e loro erano ben felici di regalargli porzioni di pescato.
Era la mascotte di tutti, grandi, piccini e turisti; tutti avevano una carezza per lui. Fino al dicembre 2016, diciannove anni di affetto, strusciate e fusa.
Ettore è stato portato in un rifugio dove ha vissuto con cure e amore, fino al 15 dicembre, quando la sua codina si è fermata per sempre ed è corso sul ponte a giocare con le stelle.

Gli è stata dedicata una statua in bronzo, posizionata nel punto sul molo in cui Ettore aspettava i suoi amici pescatori.

                                                                                                           (fonte web)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *